LOADING

Globuli – i piccoli aiutanti per la farmacia domestica del cane

Il cane soffre di diarrea o di un’infiammazione alla vescica o zoppica dopo aver fatto le corse con il suo migliore amico? Per i piccoli disturbi della salute si vorrebbe evitare di dover correre dal veterinario. Spesso, i rimedi omeopatici per cani consentono di eliminare in modo rapido e semplice i piccoli doloretti.

Qui trovate la descrizione dei globuli per la farmacia domestica del cane. Non usate le gocce, in quanto contengono alcol, che in molti cani incontra resistenza. Per la potenza, scegliete D6 o D12. Se necessario, somministrate al cane da cinque a dieci globuli nel labbro. Non dategli cibo o premi – l’assunzione ideale del farmaco omeopatico avviene attraverso la mucosa orale. Nei casi acuti potete ripetere la somministrazione ogni una o due ore. Potrebbe verificarsi una prima reazione (“peggioramento iniziale”), nella quale si manifestano i singoli sintomi – nel complesso, il paziente non dovrebbe tuttavia sentirsi peggio. Con il miglioramento delle condizioni, dilazionare la somministrazione. Se il cane è sano e privo di sintomi, è possibile sospendere la somministrazione dei globuli.

Attenzione: consultare immediatamente un veterinario o un naturopata veterinario professionale in presenza di situazioni analoghe a quelle contenute nella lista seguente:

  • I disturbi sono acuti.
  • La temperatura corporea è superiore a 39,5 gradi (misurata a livello rettale).
  • Le condizioni generali del cane sono cattive, l’animale è apatico.
  • I sintomi, nonostante l’omeopatica canina, non migliorano entro 24 ore.
  • Le malattie croniche non sono adatte all’automedicazione con i farmaci omeopatici, in questi casi le misure adatte devono essere stabilite da un omeopata veterinario.
  • In caso di incertezza, è consigliabile chiamare la clinica veterinaria e concordare le fasi successive.

 

Globuli per la farmacia domestica del cane

Aconitum (aconito napello) – uno dei medicinali acuti dell’omeopatia. È tipico che i disturbi si manifestino in modo molto improvviso e molto acuto. Possibilmente, l’animale ha subito in precedenza uno shock da spavento o da incidente, ma l’Aconitum è consigliabile quale primo medicinale anche nelle malattie acute. I sintomi sono: febbre alta, paura e inquietudine, colore mutevole della mucosa orale – a volte rossa, a volte pallida, fotofobia. Dopo l’Aconitum, il paziente dovrebbe stabilizzarsi molto rapidamente. È sensata la somministrazione in caso di comparsa improvvisa di sintomi gravi, quale primo soccorso in attesa della visita veterinaria.

Apis mellifica (ape) – la puntura dell’ape causa i sintomi che l’Apis è in grado di influenzare: calore, gonfiore, arrossamento, dolore. L’Apis è pertanto indicata in caso di punture di insetti e di infiammazioni acute con gonfiori rossi sulla pelle e sulle mucose, ad esempio l’infiammazione della gola o l’infiammazione della congiuntiva con palpebre gonfie. L’Apis può portare sollievo anche in presenza di reazioni allergiche con gonfiore edematoso. Importante: se la mucosa orale si gonfia, ad esempio dopo la puntura di una vespa, c’è un pericolo di soffocamento – ricorrere immediatamente a un aiuto professionale!

Arnica montana – i globuli di Arnica sono notissimi e sono il principale medicinale omeopatico di primo soccorso in caso di lesioni. È in grado di ridurre il gonfiore e gli ematomi in seguito a contusioni, stiramenti, slogature e altri infortuni e di accelerare notevolmente la guarigione. Anche quando l’animale è esausto a causa di un sovraffaticamento, l’Arnica è in grado di aiutare, dato che il medicinale è indicato anche per la sensazione di spossatezza.

Arsenicum album (arsenico bianco) – i disturbi digestivi causati all’assunzione di cibi avariati o dopo l’ingestione di neve sono i tipici campi d’impiego dell’Arsenicum. I sintomi possono essere il vomito e la diarrea di colore scuro e dall’odore estremamente sgradevole, stati di paura e panico, inquietudine notturna nonostante lo sfinimento. Il paziente beve spesso piccole quantità e cerca il calore.

Cantharis (mosca spagnola) – è impiegata spesso quale primo rimedio contro l’infiammazione della vescica. Se l’animale vuole urinare spesso ed è in grado di scaricare solo poche gocce e se dimostra chiaramente di provare dolore (a causa probabilmente di bruciore), se è inoltre nervoso e irritabile e non si lascia toccare, la Cantharis dovrebbe portare sollievo entro poche ore. Se il cane, nonostante lo stimolo di urinare, non urina per niente, deve essere portato immediatamente dal veterinario!

Euphrasia (eufrasia) – è in grado di lenire rapidamente i piccoli disturbi agli occhi, ad esempio in caso di infiammazione della congiuntiva. I globuli vengono naturalmente somministrati internamente; è inoltre disponibile il collirio omeopatico con lo stesso principio attivo. In caso di incertezza in merito all’esistenza di una lesione agli occhi, rivolgersi immediatamente a un veterinario.

Hypericum (iperico) – l’Hypericum è usato per le lesioni nevose. A seguito di operazioni, schiacciamenti, morsi o estrazioni di denti, è una valida integrazione per il medicinale per le lesioni rappresentato dall’Arnica. Può lenire il dolore e accelerare la guarigione del nervo.

Nux vomica (noce vomica) – la stitichezza dovuta all’eccesso di cibo reagisce spesso all’assunzione dei globuli di Nux vomica. Anche in caso di intolleranza ai farmaci, questo medicinale omeopatico può portare sollievo al cane e aiutare la disintossicazione del fegato. La Nux vomica è impiegata anche in presenza di disturbi improvvisi alla schiena, soprattutto se il paziente non vuole essere toccato.

Phosphorus (fosforo) – il presentarsi di una tosse secca richiede il Phosphorus. Questo medicinale è anche in grado di arrestare il vomito. È tipico che il cane rigurgiti subito acqua e cibo, non appena lo stomaco si riscalda. È evidente lo sfinimento dell’animale.

Podophyllum (mela di maggio) – la diarrea acquosa acuta può essere arrestata con il Podophyllum. Gli escrementi vengono espulsi violentemente dall’ano, sono di colore giallognolo e frammisti a muco o sangue.

Rhus toxicodendron (edera velenosa) – è il primo medicinale in caso di problemi con l’apparato motorio, di infiammazioni delle articolazioni acute o cronice, dopo il sovraccarico o in presenza di indolenzimento muscolare. Il sollievo dal dolore è tipico dopo l’assunzione. La calma acuisce i disturbi, motivo per cui i pazienti cambiano spesso la posizione sdraiata. In presenza di artrosi cronica si osserva un peggioramento dei sintomi in presenza di tempo freddo e umido.

 

Oltre ai globuli omeopatici, quale medicinale per la cassetta del pronto soccorso del cane raccomando anche:

Globuli Rescue Remedy – fiori di Bach di pronto soccorso. Sono note le gocce per le emergenze, ma per i cani sono più adatti i globuli insapori. Rescue Remedy è indicato in tutte le situazioni di stress. Può calmare il cane dopo lo spavento e gli shock, in caso di lutto, nello stress da esami o per l’elaborazione delle novità.

Tag:,