LOADING

Suggerimenti per un incontro rilassato con un altro cane

Conoscete quella sensazione di tachicardia, un groppo al cuore e mani sudate, quando vedete in lontananza avvicinarsi un cane a passeggio con il suo padrone? E vi chiedete come sarà possibile oltrepassarsi senza reazioni aggressive al guinzaglio? Allora abbiamo oggi tre suggerimenti per voi, affinché gli incontri con altri cani si svolgano in modo più rilassato in futuro.

 

Molti possessori di cani, inclusi noi, hanno già vissuto incontri spiacevoli con altre coppie cane-padrone a passeggio. C’è stato un periodo nel quale abbiamo veramente evitato di incontrare ogni coppia cane-padrone. Non solo perché non avevamo voglia dei confronti e dei commenti di altri possessori di cani, ma anche perché il nostro cane si è semplicemente comportato male nell’occasione. A cominciare dal tirare al guinzaglio, fino all’abbaiare selvaggiamente e all’impossibilità di tenere sotto controllo il nostro amico a quattro zampe.

 

Attraverso le esperienze spiacevoli avute in diversi incontri con altri cani, il proprio atteggiamento insicuro e la perdita di orientamento si trasmettono al vostro cane, il quale reagisce abbaiando per compensare lo stress e tira al guinzaglio quando passa l’altra coppia cane-padrone, per risolvere la situazione con la strategia della fuga come misura per gestire la tensione creatasi. Poiché ora conoscete la causa del comportamento del vostro cane, potete quindi iniziare con il giusto addestramento.

 

Siate contenti quando vedete un’altra coppia cane-padrone

In questo addestramento è importante prima lavorare su se stessi e modificare la propria mentalità, se come possessori di cani trasmettete insicurezza al vostro amico a quattro zampe. Vedete ogni incontro con altri cani come un’occasione per esercitarvi con il vostro cane e crescere ulteriormente come duo!

 

Qui di seguito riportiamo i nostri tre suggerimenti migliori per rendere gli incontri con altri cani più tranquilli in futuro.

 

1. Concentratevi su un punto di un luogo circostante tranquillo

Vi siete già accorti che il vostro cane tira ancora di più al guinzaglio e vuole andare verso l’altro cane, quando voi vedete questa coppia cane-padrone e state attenti a quanto ancora sono distanti da voi?

 

Là dove noi dirigiamo il nostro sguardo dirigiamo anche la nostra attenzione. Su questo si orientano anche i nostri cani. Il fatto che noi guardiamo attentamente l’altro cane, rende la coppia cane-padrone che si avvicina ancora più interessante per il nostro cane. Là dove è la vostra concentrazione è anche la vostra energia. Non date quindi importanza a ciò che si sta avvicinando e guardatevi invece intorno, allora anche il vostro cane si renderà conto che non vale la pena orientarsi a questa coppia cane-padrone e volgerà la sua attenzione altrove.

 

Percepite già in lontananza l’altra coppia cane-padrone? Allora è arrivato il momento di introdurvi all’esercizio successivo. Non è mai troppo presto per imparare a dirigere altrove la nostra attenzione. Infatti, nella lunga distanza, anche il nostro cane ha la possibilità di orientarsi verso di noi, perché lo stimolo è ancora abbastanza lontano per lui. Se siete invece solo appena dieci metri dal cane che vi viene incontro, non riuscirete all’inizio dell’esercizio ad attirare l’attenzione del vostro cane e a deviarla. In più, dovreste iniziare sempre in anticipo a sostenere il comportamento desiderato del vostro cane e non ad intervenire solo quando il vostro cane ha già avuto un comportamento indesiderato. Altrimenti dovrete correggere talmente tanto il vostro cane che vi sarà un senso di frustrazione da entrambe le parti.

 

Camminate con il vostro cane compiendo un piccolo arco attorno alla coppia cane-padrone in avvicinamento. Così toglierete già un po’ di tensione da questa situazione. Dopodiché cercate un oggetto in lontananza. Può essere una panchina, un albero, una staccionata, una farfalla, ecc. Su questo oggetto trovato volgete ora la vostra piena concentrazione. Non guardate né a destra né a sinistra, ma guardate solo verso questo oggetto in lontananza. Camminate miratamente con il vostro cane verso questo oggetto. Così segnalate al vostro cane che l’altra coppia cane-padrone non è interessante. Gli trasmettete sicurezza, allontanandovi volutamente dall’altro cane e quindi evitando lo stress da questa situazione. In questo modo offrite al vostro cane un orientamento. Inoltre sa anche per il futuro che voi regolate per lui delle situazioni spiacevoli e che siete al suo fianco.

Quindi: agite preventivamente, reagite anticipatamente e sostenete già all’inizio il comportamento desiderato del vostro cane.

 

2. Trasmettere un’emozione positiva – e non dimenticare il respiro!

Il primo esercizio “Lontano dagli occhi, lontano dai sensi” vi aiuta a deviare la vostra attenzione. Ma la sensazione negativa che avete in mente da precedenti incontri con altri cani continua a rimanere anche dopo questo esercizio. Ecco perché il nostro secondo suggerimento è quello di trasformare un’emozione negativa in positiva.

 

Ricordatevi l’ultima vacanza trascorsa insieme al vostro cane. Forse avete camminato a piedi nudi lungo la spiaggia con il vostro cane o avete ammirato il tramonto insieme. O forse siete stati in montagna e avete goduto insieme di viste straordinarie? Guardate il vostro cane e ricordate consapevolmente l’emozione positiva che avete vissuto insieme in vacanza. Sentite l’energia, la gioia e la gratitudine che questo ricorda genera in voi? Allora potete utilizzare il prossimo esercizio durante la vostra prossima passeggiata.

 

Se vedete in lontananza un’altra coppia cane-padrone che viene verso di voi, allora guardate il vostro cane, respirate a fondo con il naso ed espirate con la bocca, poi ricordate questa sensazione piacevole. Attraverso questo atteggiamento intimo positivo, potete trasmettere questa sensazione piacevole anche al vostro cane. L’animale lo avvertirà e si lascerà distrarre facilmente.

Non abbiate più paura di incontrare altri cani. Guardate con intensità il vostro cane. Respirate profondamente e convertite la situazione in un’emozione positiva.

 

3. Date al vostro cane un compito alternativo

Gli esercizi sopra descritti vi aiutano come possessori di cani a mantenere la calma in situazioni stressanti e a concentrarvi sulle cose importanti. È anche un vantaggio dire al nostro cane cosa deve fare in una situazione simile. Nella maggior parte dei casi sappiamo solo cosa il nostro cane NON deve fare: “Non deve provocare quando è al guinzaglio.” Concentratevi piuttosto su come il vostro cane deve comportarsi invece in un incontro con un’altra coppia cane-padrone: “Il mio cane deve camminare rilassato e col guinzaglio allentato oltrepassare l’altro cane e guardarmi.” E già abbiamo creato un compito alternativo per lui.

 

In un ambiente tranquillo, insegnate al vostro cane di guardare al segnale. Non appena esiste il condizionamento tra segnale e azione, potete integrare l’esercizio nella vostra passeggiata giornaliera. Se vedete in lontananza un’altra coppia cane-padrone che si sta avvicinando, allora iniziate già ora ad occuparvi con il vostro cane. Lavorate in questo caso con il comportamento alternativo. Dite al vostro cane cosa deve fare invece di provocare quando è al guinzaglio. Qui usiamo volentieri ad esempio la parola-segnale “Guarda”. Date al vostro cane il comando di guardarvi. Tenetelo occupato. Se adotta il comportamento desiderato, allora deve essere ampiamente premiato. Concentratevi solo sul vostro cane e sul comportamento alternativo. Dimenticate tutto il resto intorno a voi. Così dirigete la vostra concentrazione solo sull’esercizio e inoltre il vostro cane sa ora esattamente cosa deve fare.

 

È possibile anche combinare l’uno con l’altro i tre esercizi durante la passeggiata, in caso di incontri con altri cani. Provate cosa è più adatto per voi ed il vostro cane per poter avere una passeggiata rilassante ed armoniosa con lui.

 

Tag:, ,