LOADING

Come trasmettere sicurezza ai cani provenienti da associazioni per la tutela degli animali

Da qualunque parte provengano: da Romania, Grecia o dal Portogallo – hanno bisogno del nostro aiuto. i cani provenienti da associazioni per la tutela degli animali sono originari ormai da ogni Paese d’Europa e arrivano in Germania, dove cercano una dimora sicura e una famiglia che li accolga con affetto e protezione. Per molti proprietari di cani, le storie che sono dietro a questi animali strappano il cuore e generano in noi un istinto di protezione e l’esigenza di fare qualcosa di buono nel mondo. Ma spesso vi sono qui alcune difficoltà nell’integrazione e nel mantenimento di questi cani nella nostra vita quotidiana. In questo articolo vi diamo alcuni suggerimenti e vi spieghiamo come trasmettere al vostro animale una maggiore sicurezza nella vita quotidiana.

 

Perché i cani da associazioni per la tutela degli animali hanno bisogno di maggiore sicurezza e supporto nella vita quotidiana?

Spesso i cani che arrivano da allevamenti illegali o che hanno vissuto per strada non hanno alcuna fiducia nelle persone o, più precisamente a causa di un trattamento violento, incuria o del verificarsi di dolori e sofferenze, hanno perso la fiducia nell’uomo. Per riuscire ad essere a loro agio nella vita quotidiana dopo essere stati adottati, questi cani hanno però bisogno di instaurare fiducia verso gli umani. Proprio perché i cani da associazioni per la tutela degli animali hanno più difficoltà ad ambientarsi nella loro nuova casa, diventa indispensabile un sicuro e stabile legame uomo-padrone ed un partner di legame sicuro di sé.

 

Danni da deprivazione a causa di esperienze mancate

In età da cucciolo, tra la quarta e la 20a settimana di vita, ogni cane si trova nella fase di vita socialmente delicata, nella quale tutti gli stimoli e le esperienze vissuti si ancorano profondamente per la sua vita futura. Durante questa fase si formano normalmente nuove cellule nervose che si legano l’una all’altra. A causa delle esperienze mancate in questo periodo di vita, come la conoscenza di altre persone, di altri cani, di rumori, materiali e ambienti, non possono formarsi legami nervosi, perché gli impulsi necessari non vengono inviati al cervello. La struttura del cervello di questi animali mostra quindi deficit, che nella sua vita futura rendono al cane difficile potersi orientare in un ambiente complesso e saper reagire in modo flessibile a condizioni mutate o ad affrontare autonomamente il suo ambiente circostante. Ciò porta spesso ad un comportamento insicuro, fino a stati di ansia cronica e ad una sensazione di stress persistente. Alla ricerca di un rimedio per risolvere questo stress persistente, i cani imparano quindi presto ad abbaiare e in parte anche ad essere aggressivi per mantenere a distanza altre persone e gli altri cani, come pure le situazioni ignote e ritirarsi, un’azione che può diventare una strategia attraverso il meccanismo di autodifesa del cane.

 

Ridurre il livello di stress nel cane attraverso esercizi di rilassamento

Poiché la maggior parte dei cani provenienti da associazioni per la tutela degli animali soffrono di regola almeno di leggeri danni da deprivazione, per voi come proprietari è importante sapere come trasmettere al vostro cane la necessaria sicurezza, di cui ha bisogno da voi urgentemente.

 

All’inizio consigliamo di ridurre il livello di stress del cane, perché i cani aventi danni da deprivazione hanno spesso un alto livello di stress, sono costantemente nervosi e tesi e non riescono spesso a tranquillizzarsi da soli. Qui potete aiutarli molto come padroni!

 

Il provvedimento principale dovrebbe essere creare un posto sicuro di ritiro, nel quale il vostro cane si possa ritirare in ogni momento, nel quale è indisturbato, dove nessuno gli parla o lo tocca. Molti di questi cani non hanno mai vissuto un luogo di ritiro fino a questo momento. Il cane deve quindi imparare che questo posto è un luogo dove si può sentire del tutto sicuro. Molti cani preferiscono posti di ritiro tipo caverne, come scatole o igloo, perché offrono più protezione ed una minore “superficie di attacco”. Alcuni cani si nascondono anche volentieri sotto un tavolo. Un sicuro luogo di ritiro dovrebbe trovarsi possibilmente in un angolo tranquillo de vostro appartamento e non accanto a finestre, porte o in aree di ingresso, nelle quali il cane deve affrontare ulteriori stimoli, come il passaggio di persone o i rumori sulle scale.

 

Per ridurre a lungo il livello di stress del vostro cane, aiutano anche molto dei buoni esercizi di rilassamento. Più è rilassato il vostro cane, meno stressato reagirà agli stimoli e meno cercherà una causa per dare sfogo al suo stress. Se il vostro cane ama essere toccato, potete provare facendogli dei massaggi. Accarezzate delicatamente con il palmo della mano la schiena dell’animale, afferrate con attenzione la sua pelle tra il pollice e l’indice e massaggiate la sua colonna vertebrale, scendendo fino al coccige. Qui vi sono diverse estremità nervose, che grazie al massaggio terminano spesso con un sospiro ed un’espirazione del cane. Durante il massaggio, è importante tenere presente che voi stessi dovete essere rilassati.

Inoltre possono essere impiegati anche degli oli aromatici, come l’olio di lavanda, che stimola il rilassamento per sé e per il cane. Potete versare alcune gocce di quest’olio in un apposito diffusore o in un fazzoletto. Se questo profumo è sempre presente quando si svolge il massaggio rilassante, allora il profumo diventerà prima o poi uno stimolo alla sensazione di relax e potrà essere sfruttato come ausilio in modo vario anche in altre situazioni della vita quotidiana.

 

In situazioni acute, come i viaggi in auto, il rimanere da soli o i prossimi eventi faticosi, si consiglia di usare delle gocce rescue – una speciale miscela di fiori di Bach. Prima di un tale evento, cospargete alcune gocce sul cane attraverso il vostro palmo della mano o direttamente sul naso del cane. Anche le gocce rescue aiutano a rilassarsi e tranquillizzarsi.

 

Stabilire strutture e rituali fissi nella vita quotidiana

Poiché i cani con esperienze mancate hanno spesso difficoltà a trasporre ciò che è stato appreso in una nuova situazione, non sono a loro agio in una vita quotidiana in costante mutamento. Qui potete aiutare il vostro cane integrando delle strutture e dei rituali fissi nella vostra vita quotidiana. Il cane sa così cosa lo aspetta e avverte meno di frequente la goffaggine e lo stress, riducendo così il suo livello di stress e ansia. In prima linea qui è d’aiuto un programma giornaliero fisso, in particolare le passeggiate pianificate con lui.

 

In particolare le passeggiate sono spesso delle sfide, perché noi come padroni non possiamo influire sugli stimoli e sulle coppie cane-padrone che ci vengono incontro. Prendetevi del tempo e scoprite insieme al vostro cane il suo ambiente circostante. Guardate una foglia, ascoltate i rumori vicini. Mostrate al vostro cane che anche voi avvertite questo stimolo e che non è solo.

 

Se incontrate una coppia cane-padrone, non dimostrate un falso orgoglio e sottraete il cane alla situazione, se non si sente a suo agio e ha paura. Se il cane è stressato, vengono liberati gli ormoni dello stress come cortisolo, adrenalina e noradrenalina, che bloccano l’apprendimento nel cervello del cane. Durante questo incontro, al cane non è quindi possibile rivolgere la parola. Trasmettete al vostro cane inizialmente più sicurezza e fiducia, se vi allontanate da questa situazione. Se il cane è più rilassato col tempo, allora potete svolgere qui di nuovo un addestramento.

 

Inoltre, per il vostro legame cane-padrone è consigliabile procurare dei successi. Tutte le situazioni che il vostro cane riesce a governare gli danno sicurezza e la sensazione di avere fatto qualcosa di giusto. Abilità o degility insieme sono occupazioni che contribuiscono ad una maggiore autocoscienza. Il degility è un percorso di attività che il cane percorre insieme al suo padrone alla sua velocità e su fondi diversi, senza alcun carattere di gara.

 

Trasmissione dei sentimenti: come vi sentite voi?

In fin dei conti, nel trasmettere sicurezza siete importanti anche voi e qual è la vostra sensazione come padroni del cane. Potete infondere sicurezza nel vostro cane solo se anche voi vi sentite sicuri. Spesso succede che noi padroni ci immedesimiamo volentieri nel terribile passato dei nostri cani provenienti da associazioni per la tutela degli animali ed arriviamo ad avvertire noi stessi compassione, tristezza e preoccupazione. Un sentimento negativo non è però d’aiuto al vostro cane. Ciò che lo aiuta è invece un partner di legame disinvolto e sicuro di sé, che infonda molta positività.

 

Quindi – e non ultimo per voi stessi – dovreste abituarvi a lavorare alla vostra personalità e a rendere le vostre sensazioni la priorità. La meditazione è una possibilità scientificamente provata per ridurre il proprio livello di stress e portare più gratitudine e attenzione nella vita quotidiana. Ogni giorno e per cinque minuti, provate a dedicare del tempo a voi e nella meditazione a concentrarvi su tutto ciò che è di positivo nella vostra vita. Noterete già dopo breve tempo un cambiamento nel vostro umore.

 

Per rilassarvi in situazioni acute e passare dall’insicurezza ad una sensazione di sicurezza, vi potrebbe aiutare la tecnica di respirazione 4-7-8. Respirate per quattro secondi con il naso in profondità fino al ventre, trattenete per sette secondi il respiro ed espirate poi per otto secondi intensamente attraverso la bocca. Proprio durante le passeggiate, questa forma di respirazione ha già aiutato molte coppie cane-padrone a mantenere il sangue freddo in caso di incontro con altri cani. Trattenendo il respiro, l’ossigeno ha tempo di arrivare alle nostre cellule e ci aiuta a pensare chiaramente, ad agire in modo sicuro e a prendere decisioni migliori per la nostra coppia di cane-padrone.

Tag:, , , ,