LOADING

Superfood per cani – Cosa c’è davvero dietro?

La nuova e sana tendenza alimentare è arrivata ora anche nel mondo dei cani e rivoluziona il mangime per cani!

I superfoods hanno una preziosa utilità per la salute dei cani. Possono favorire le funzioni del sistema immunitario, dell’apparato nervoso e del tratto gastro-intestinale. Si dice che abbiano anche un effetto anti-parassiti intestinali, antivirale, antibatterico o addirittura antitumorale.

 

Fra i cosiddetti superfoods vi sono semi, verdure e frutti, erbe e oli locali ed esotici.

 

I superfoods sono disponibili nelle erboristerie, nel supermercato o anche direttamente davanti alla porta di casa. Sono disponibili in diversi formati di somministrazione. Come mangime base in barattoli, come integratori al mangime secco, come additivi nelle razioni BARF, come smoothie per cani oppure come ingredienti per snack da realizzare in casa.

Non bisognerebbe però mai dimenticare di iniziare gradualmente ad ottimizzare l’alimentazione del cane, in piccole quantità per così dire. Se il vostro cane ha già problemi di salute o necessita di un’alimentazione speciale, il suo proprietario dovrebbe chiedere consiglio al veterinario, ad un naturo-terapeuta per cani o un dietista.

 

Semi

Semi di chia

Già gli Aztechi ne avevano riconosciuto l’effetto positivo e li davano da mangiare ai loro animali. Infatti, è stato provato scientificamente che questi semi contengono antiossidanti oltre la media, che legano i radicali liberi, proteine, fibre, vitamine e sali minerali, che agiscono positivamente sul sistema immunitario e sul metabolismo.

I veterinari canadesi e negli USA usano questo super-seme già da molto tempo per trattare malattie come il diabete, le patologie gastro-intestinali in pazienti a rischio cardiaco. Il NSRI del Massachusetts (USA) ha addirittura provato in uno studio un effetto emodiluente, attraverso il quale si regola la glicemia e si riduce al minimo il rischio di infarti cardiaci e ictus.

Oltre a tutti questi preziosi vantaggi, i semi di chia forniscono anche i preziosi acidi grassi Omega 3 e Omega 6. Una porzione (max. 1 cucchiaio al giorno per un cane di 2kg) di semi copre tre volte il fabbisogno giornaliero di acidi grassi Omega 3. Questo quasi perfetto rapporto di acidi grassi Omega 3 e Omega 6 agisce poi positivamente sull’organismo del cane in: regolazione della pressione arteriosa, valori di lipidi nel sangue e nella coagulazione del sangue, il cervello viene meglio irrorato dal sangue. Non solo i cani atletici approfittano di una migliore performance, ma anche un cane più anziano, che può rimanere sano più a lungo grazie a questo superfood.

 

Quinoa

La quinoa è originaria dell’America del Sud. Già da 6.000 questa pianta serve ai popoli delle Ande come alimento fondamentale per la vita. La quinoa non è un cereale e quindi è priva di glutine.
Ecco perché può essere consumata senza problemi nel mangime anche di cani celiaci. Questo seme degli Inca è un’ottima fonte di fibre, acido folico, magnesio, ferro, fosforo e molto altro ancora. Così agisce positivamente sul tratto gastro-intestinale, sulla formazione delle zampe, sull’apparato nervoso, il sistema immunitario e lo scheletro. È inoltre una delle poche piante che contiene amminoacidi, fattore che la rende un’importante fonte vegetale di proteine.

La quinoa deve essere integrata al mangime del cane solo cotta. Per questo è da cuocere come il riso, ma in una quantità doppia di acqua e da lasciare poi nell’acqua bollente per circa 10 minuti a bassa temperatura. Dopodiché la si toglie dal fuoco e la si lascia riposare per altri 10 minuti nell’acqua di cottura.

 

Verdure ed erbe

 

Il cavolo verde è un ortaggio a foglia ricco di nutrienti e con superpoteri, cresce da noi solo in inverno e può essere coltivato anche nel proprio orto. È ricco di vitamine A, E, C e K, come pure di flavonoidi. Contiene preziosi antiossidanti di origine vegetale, che stimolano il metabolismo epatico, aiutando quindi a disintossicare l’organismo e a proteggerlo dallo stress ossidativo. Questo fenomeno è dato dall’aggressione alle cellule dell’organismo da parte dei radicali liberi. Inoltre ha proprietà antinfiammatorie.

Poiché diversamente da un erbivoro il cane non riesce a digerire le cellule vegetali poco ricettive, il cavolo verde dovrebbe essere somministrato al cane in forma di purea o cotto al vapore. È utilizzabile anche come ingrediente per uno smoothie verde per cani.

 

Anche i broccoli sono un superfood, grazie alle loro proprietà protettive per il fegato, antinfiammatorie ed antiossidanti, in più stimolano la funzionalità tiroidea.

 

La cicoria ha invece un effetto disintossicante per l’intestino, rinforza la mucosa intestinale, regola le riserve d’acqua e stimola il fegato e la milza.

 

Il finocchio riduce i crampi non solo nei nostri bambini, ma equilibra anche nel cane la sua attività intestinale e riduce le coliche.

 

Le carote rinforzano il cuore e la pressione arteriosa, hanno un effetto disintossicante sull’intestino e contrastano i parassiti intestinali.

 

Il dente di leone cresce in ogni giardino ed è molto salutare. Ha un effetto drenante, rigenerante, stimolante per la digestione, per le difese dell’organismo, anti-crampi, disintossicante in generale e depurativo per il sangue. Nella stagione si consiglia di raccoglierne alcune foglie, tritarle finemente e aggiungerle al mangime del cane. Una alimentazione sana del cane è così facile e conveniente da ottenere!

 

È invece stare attenti con l’aglio. Nella giusta dose, ha un effetto depurativo nel sangue, antibatterico e antitumorale. I parassiti intestinali, come pulci e zecche, non gradiscono il suo odore che traspira attraverso la pelle del cane. Ma se l’aglio viene somministrato in eccesso, può distruggere i globuli rossi del sangue e causare un’anemia. Però nessuna paura: uno spicchio d’aglio al giorno in un cane di 25 chili non riesce a raggiungere un tale effetto.

 

 

Frutta

 

Anche il ribes rosso è considerato un superfood, grazie al suo effetto antinfiammatorio e antibatterico. È particolarmente indicato per contrastare le infezioni dell’apparato urinario.

 

Il baobab è disponibile in polvere. Questo frutto è davvero speciale. Stimola la crescita dei batteri intestinali, ma è anche un antiossidante, un antinfiammatorio e un rinforzante dell’apparato nervoso. Se la giornata diventa stressante, è possibile fare qualcosa di buono per il nostro cane, dandogli un delizioso smoothie a base di baobab.

 

Accanto a molti tipi di frutti locali, come i lamponi, le more, le fragole e le mele, è possibile dare da mangiare al cane anche la più esotica bacca di goji. Favorisce l’apparato nervoso e il sistema immunitario, ha un’azione ricostituente per l’intestino, antinfiammatoria e depurante.

 

Oli

Gli oli ricoprono un ruolo fondamentale per un’alimentazione sana.
Hanno molteplici grassi insaturi, fondamentali per l’organismo. Gli acidi grassi insaturi forniscono energia, rinforzano il sistema immunitario e la crescita cellulare, agiscono positivamente sullo sviluppo del cervello, sula vista e stimolano la crescita di un pelo folto e resistente.

 

L’olio di lino è antinfiammatorio ed ha un elevato valore per gli acidi grassi Omega 3 che contiene.

 

L’olio di salmone è particolarmente ricco di acidi grassi Omega 3.

 

L’olio di cardo ha un’elevata percentuale di diversi grassi insaturi ed è particolarmente adatto nei cani con problemi di pelo e pelle.

Tag:, ,